Tamburo Magnetico

La gamma di tamburi elettrici di Bunting è il risultato di una lunga e proficua collaborazione con i principali operatori del settore del riciclaggio ed è uno dei prodotti di punta del gruppo. Sono usati negli impianti di recupero delle automobili, nelle operazioni di trattamento di scorie di acciaio, negli impianti di recupero degli inerti e negli impianti di incenerimento. Recuperano e separano metalli ferrosi di grandi dimensioni e pesi. La gamma si compone di due linee, progettate per soddisfare specifici requisiti di separazione:

  •  FED: per la massima purezza dei metalli ferrosi recuperati;
  •  SED: per il massimo recupero dei metalli ferrosi;

 

 

Descrizione

Il tamburo elettro magnetico è costituito da bobine fisse posizionate all’interno di un guscio in acciaio al manganese, dotato di barre spazzolatrici saldate in acciaio inossidabile. Il guscio ruota attorno alla bobina elettromagnetica ad una velocità determinata dal volume del materiale lavorato.

La bobina elettromagnetica, elaborata al computer per ottimizzarne l’efficienza in termini di energia e induzione, è costituita da un nucleo in acciaio dolce avvolto con filo di alluminio ricoperto da Nomex (isolamento superiore alla classe “H”) o da foglio di alluminio anodizzato. Il sistema magnetico rimane fisso all’interno delle coperture rotanti. Per raggiungere specifici obiettivi di separazione, Bunting offre due diversi linee di prodotto:

Frag Electro Drum (FED) – Utilizza un design della bobina a poli alternati per rimuovere i metalli ferrosi da prodotti misti contenenti alte percentuali di materiali leggeri non ferrosi. Applicazioni tipiche sono il trattamento di rifiuti urbani e da autodemolizioni, e in tutti i processi in cui si vuole ottenere una frazione metallica pulita.

Slag Electro Drum (SED): Utilizza un design della bobina a poli radiali per massimizzare la separazione dei metalli ferrosi trattenendoli saldamente lungo l’intero guscio del tamburo per il ciclo completo di 180 gradi;

Funzionamento

I tamburi elettro magnetici sono progettati per operare in applicazioni industriali gravose in cui i metalli ferrosi sono grandi, pesanti e spesso appuntiti. Le caratteristiche del prodotto e le alte produzioni richieste richiedono la presenza di un campo magnetico molto potente, che viene generato con le bobine elettromagnetiche.

Durante il funzionamento, il materiale viene alimentato sul tamburo in corrispondenza di uno fra tre punti diversi a seconda della configurazione del processo. Le tre diverse configurazioni di alimentazione sono le seguenti:

Il materiale viene alimentato sulla sommità del tamburo elettrico. Il materiale magnetico viene attratto e trattenuto sul guscio del tamburo prima di essere scaricato al di sotto di esso;

Il materiale viene alimentato al centro del tamburo elettrico. Il materiale magnetico attratto viene scaricato nella posizione opposta al punto di alimentazione;

Il materiale viene alimentato sotto il tamburo elettrico. Il materiale magnetico viene catturato e trattenuto sul guscio del tamburo e poi trasportato verso l’alto e scaricato sopra la sommità del tamburo.

In tutte e tre le configurazioni, il materiale non magnetico cadrà in avanti seguendo la sua normale traiettoria.

Modelli

Vi sono due modelli di tamburo magnetico elettrico per soddisfare applicazioni specifiche:

Modello FED (Frag Electro Drum)

Il modello FED presenta una singola bobina principale che copre l’intera larghezza del tamburo, producendo una polarità alternata lungo una singola bobina ausiliaria. Questo modello viene usato tipicamente quando i materiali magnetici possono essere intrappolati o sepolti sotto i materiali non metallici. I tamburi FED sono progettati per consentire ai materiali magnetici estratti di rotolare sopra la superficie del tamburo per rilasciare eventuali materiali non magnetici che possono incastrarsi tra il materiale ferroso e il magnete.

Le bobine bipolari asimmetriche sono costituite da una bobina principale che concentra il flusso massimo nel punto di estrazione, mentre una bobina secondaria assicura che il materiale ferroso venga trasportato attorno al tamburo fino al punto di scarico.

Il campo magnetico si alterna per “capovolgere” il materiale magnetico mentre esso si sposta attorno al tamburo. In questo si rimuovono particelle non magnetiche vaganti dal flusso di prodotto, generando un prodotto magnetico più pulito.

Le bobine sono intubate tra il nucleo e la bobina, e tra le bobine stesso, massimizzando il tal modo la dissipazione di calore della bobina e conferendo una maggiore efficienza al magnete. Inoltre, questo sistema di raffreddamento minimizza la pendenza da qualsiasi superficie, riducendo notevolmente le temperature nei punti caldi.

Caratteristiche fondamentali della progettazione:

  •  La progettazione a poli assiali offre un’elevata forza di campo continua nella zona di separazione. La larghezza efficace del magnete viene massimizzata, garantendo in tal modo una copertura uniforme e minimizzando la profondità del materiale sul nastro trasportatore;
  • La bobina primaria ad alta intensità concentra il flusso massimo in corrispondenza del punto di estrazione mentre la bobina secondaria a minore intensità garantisce che il materiale ferroso venga trasportato fino al punto di scarico;
  • Le bobine intubate offrono un raffreddamento migliorato, determinando una minore temperatura di avvolgimento, una maggiore intensità e una durata più lunga della bobina; le coperture anti-usura di minimo 8 mm di spessore in acciaio al manganese incorporano giunzioni imbullonate per una maggiore facilità di sostituzione;

Modello SED (Slag Electro Drum)

Il tamburo magnetico SED presenta due o più bobine simmetriche (a seconda della larghezza), producendo una polarità radiale continua.

 Il sistema a magneti, progettato specificamente al computer per massimizzare l’efficienza, è costituito da un nucleo in acciaio dolce avvolto con fogli di alluminio anodizzato. Il modello a polarità continua con 2, 3 o 4 bobine è costituito da bobine che concentrano il flusso massimo in corrispondenza del punto di estrazione, mentre un polo di estensione assicura che il materiale magnetico venga trasportato attorno al tamburo fino al punto di scarico. I poli sono disposti radialmente lungo la larghezza del tamburo. In questo modo, si garantisce il massimo intrappolamento dei metalli, producendo il massimo livello di separazione.

Modelli e dimensioni dei tamburi elettrici

  • Copertura del guscio principale: fabbricata in acciaio al manganese spesso 8 mm resistente all’usura, completamente saldato alle flange, per formare una struttura robusta;
  • Copertura anti-usura: realizzata in acciaio al manganese spesso 8 mm resistente all’usura. Barre di spazzolatura sono montate lungo l’intera larghezza del guscio e poste a intervalli regolari attorno alla circonferenza del guscio del tamburo. La copertura anti-usura è dotata di giunzioni imbullonate per una maggiore facilità di sostituzione;
  • Flange terminali: realizzate in acciaio a basso tenore di carbono, sono provviste di una copertura di controllo su un’estremità, per consentire un controllo visivo della bobina e delle spire; per facilitare la manutenzione, vengono usati alcuni cuscinetti in rame;
  • Cuscinetti fissi: sono usati cuscinetti di supporto con anelli di bloccaggio per serrare il sistema a magneti nella posizione di lavoro;
  • Regolazione: la posizione del sistema a magneti all’interno del tamburo è registrabile tramite un braccio regolatore, provvisto di un anello di bloccaggio a cono e un arridatoio. La posizione del magnete, e quindi lo scarico dei metalli ferrosi, è impostata in base agli scivoli di scarico del cliente, garantendo la massima efficienza di separazione;
  • Azionamento: una ruota dentata Simplex a passo BS è imbullonata a un robusto anello di azionamento; alimentazione: 380/415v, 3ph, 50 Hz
  • Finitura: tutte le superfici di acciaio hanno uno strato di rivestimento e due strati di smalto alchidico RAL 5019 ad alte prestazioni.

Trasformatore raddrizzatore

Il trasformatore raddrizzatore alimenta il magnete al corretto amperaggio, a seconda della progettazione del magnete, della temperatura ambiente e della tensione.

Caratteristiche aggiuntive:

  • Serbatoio: involucro in acciaio completamente saldato IP 65, con coperchio imbullonato per l’accesso all’olio e ai componenti. Misurature del livello dell’olio montato sulla parte anteriore del serbatoio e tappo di scarico per il cambio fornito per il cambio dell’olio.
  • Terminali: terminali di ingresso CA e di uscita CC sono collocati nella camera dei terminati sulla parte anteriore del serbatoio. Alcune valvole sono collocate all’interno della camera per cambiare la tensione CC in uscita del 5%
  • Trasformatore: trasformatore a doppio avvolgimento conforme a BS EN 60076.
  • Raddrizzatore: raddrizzatore a onda intera con diodi in silicone, impilato su un dissipatore di calore in alluminio conforme a BS 4417 ABCD
  • Protezione: protezione dei diodi con fusibili a semi-conduttore ad azione rapida. Dotato di eliminazione di picchi di tensione per proteggere i diodi dai picchi provenienti dalla bobina del magnete allo spegnimento.
  • Finitura: tutte le superfici di acciaio hanno uno strato di rivestimento e due strati di smalto alchidico RAL 5019 ad alte prestazioni.

Extra opzionali

  • Scatola di avviamento con pulsante di accensione/spegnimento, relè di rilevamento della corrente per rilevare una bassa potenza del magnete, i sovraccarichi e isolatore bloccabile.
  • Anelli anti-traboccamento di 150 mm di altezza sono montati alle flange terminali per impedire il traboccamento laterale. Questi anelli sono fabbricati imbullonati per consentire una facile sostituzione in caso di danneggiamento.
  • Il tamburo può essere montato sul telaio di base e fornito con un motore a ingranaggi, una catena di azionamento e un carter di protezione. Può essere fornita una ruota dentata per facilitare la sostituzione, riducendo i tempi di inattività.
  • La ruota dentata può essere di tipo ANSI.

Applicazioni

I tamburi magnetici elettrici sono ampiamente usati nel settore del riciclaggio, specialmente in ambienti difficili, fra cui:

  • Impianti di triturazione di automobili e veicoli;
  • Impianti di incenerimento;
  • Recupero di scarti domestici
  • Operazioni di riciclaggio;
  • Recupero di acciaio dalle scorie;

Nota: tutte le capacità menzionate sono esclusivamente a scopo indicativo. Le capacità specifiche sono soggette a conferma dopo la verifica dell’applicazione o dopo test in laboratorio.

Video

Downloads

Bunting – Electro Drum Magnets Datasheet