ICL Boulby aggiorna i suoi separatori magnetici

By Patrick | 22 Maggio 2024

ICL ha rinnovato i separatori magnetici utilizzati nel suo sito minerario nel North Yorkshire, in Inghilterra. L’azienda ha infatti deciso di sostituire l’attuale elettromagnete su nastro raffreddato ad aria con quattro magneti su nastro ElectroMax di nuova generazione, progettati e fabbricati da Bunting-Redditch.

Magnete su nastro ElectroMax Plus

I magneti su nastro ElectroMax rappresentano un significativo miglioramento rispetto al modello che l’azienda ha utilizzato finora, in quanto assicurano un meccanismo più efficace ed efficiente per separare i materiali magnetici da quelli non magnetici. L’aggiornamento aiuterà ICL a migliorare le operazioni estrattive, ottenere minerali di più alta qualità e rendere più efficiente il processo di produzione.

Bunting-Redditch è un rinomato fornitore di soluzioni magnetiche, con decenni di esperienza. I magneti su nastro ElectroMax sono progettati e realizzati per consentire alle aziende come ICL di ottenere risultati migliori. Con l’aggiornamento, ICL ha adottato un approccio proattivo per rendere più efficienti le operazioni estrattive e restare competitiva sul mercato.

ICL Boulby è l’azienda con più dipendenti della regione di East Cleveland e del North York Moors National Park e vuole restare protagonista del panorama sociale ed economico della regione anche nei decenni a venire. Nel 1968, ICL Boulby, allora conosciuta come Cleveland Potash, ha iniziato l’estrazione sotterranea di potassa e sale. Da allora fino al 2017, nel sito di Boulby, la società mineraria ha estratto un milione di tonnellate di polialite.

ElectroMax Plus con nastro armato

Il progetto di sostituzione dei separatori magnetici nel sito di Boulby è iniziato a maggio del 2023 quando Tom Higginbottom, Technical Sales Engineer di Bunting, si è recato sul posto per ispezionare l’installazione esistente. Il materiale trasportato su tre (3) nastri veniva veicolato su un unico nastro sul quale era montato un elettromagnete, installato molti anni prima, che però non riusciva a catturare tutto il metallo ferroso indesiderato, come ad esempio piccoli bulloni e pesanti barre di acciaio. I danni causati dal metallo indesiderato alle attrezzature di processo, come frantumatori e filtri, comporta per l’azienda notevoli spese per le riparazioni e interruzioni della produzione altrettanto costose.

Come funziona: i Magneti su nastro montati sui nastri attirano e rimuovono il metallo ferroso indesiderato dal minerale estratto. Un nastro di gomma per carichi pesanti ruota attorno a due grandi pulegge montate su ciascun lato del blocco elettromagnetico centrale e allontana il metallo ferroso catturato dalla superficie del magnete trasportandolo in un’area di raccolta separata.

La posizione sotterranea del magnete su nastro implicava che la soluzione che lo avrebbe rimpiazzato doveva essere raffreddata ad aria e non ad olio. Anche il quadro degli interruttori non doveva utilizzare olio.

Gli ingegneri delle applicazioni di Bunting hanno studiato il progetto e confrontato nuovi design di magneti su nastro raffreddati ad aria con l’unità installata.  Con un’altezza di sospensione di 450 mm, i nuovi magneti su nastro avrebbero raddoppiato il Gauss, l’unità di misura dell’induzione magnetica, conosciuta anche come densità del flusso magnetico.  Tuttavia, il fattore di densità della forza, che si riferisce al tasso di variazione del Gauss e della capacità di sollevare un pezzo di metallo ferroso, era quattro (4) volte superiore.

Gli ingegneri di Bunting sono giunti alla conclusione che la soluzione ideale era installare quattro (4) Magneti su nastro ElectroMax Plus raffreddati ad aria anziché una singola unità più grande. Tre (3) dei magneti su nastro ElectroMax Plus saranno destinati alla rimozione del metallo ferroso indesiderato su tre (3) nastri trasportatori, mentre il quarto sostituirà il magnete su nastro esistente su cui tutto il materiale trasportato dai nastri confluisce in un unico flusso.

L’altezza di sospensione di tutti e quattro (4) i magneti su nastro ElectroMax Plus (modello EMAX-X-140) è di 400-450 mm per una larghezza del nastro di 1400 mm. Ciascun magnete pesa 3,3 tonnellate e misura 950 mm in lunghezza, 1641 mm in larghezza (incluso il motore di azionamento del nastro autopulente) e 764 mm in altezza. I magneti su nastro ElectroMax sono inoltre dotati di sensori di rotazione su cuscinetti, interruttori di tracciamento del nastro e protezioni su misura.

“Lavorare a stretto contatto con il team di ingegneri di ICL Boulby e comprendere i requisiti dell’applicazione e dell’installazione è stato cruciale per individuare la soluzione più adatta”, spiega Tom Higginbottom, Technical Sales Manager di Bunting.

L’ordine dei quattro (4) i magneti su nastro ElectroMax è stato effettuato nel settembre del 2023 e la consegna è stata concordata per gennaio 2024.

Per ulteriori informazioni sui separatori magnetici o per discutere di un progetto specifico, inclusa l’organizzazione di un’ispezione sul posto, contattare il nostro team delle vendite a questi recapiti:

Telefono:  +39 348 7323838

E-mail:  sales.italy@buntingmagnetics.com

Twitter
Facebook
Instagram
Youtube
LinkedIn